3 tecniche SEO su WordPress per indicizzare un sito

In questo articolo vedremo in dettaglio come indicizzare un sito WordPress avvalendosi di 3 semplici tecniche SEO.  Fare SEO per WordPress non è banale ma ci si può aiutare usando plugin come SEO Yoast e WP SEO. Se si è scelto di costruire il proprio blog o sito web usando il CMS più popolare al mondo WordPress, allora hai proprio bisogno di leggere questo articolo su come indicizzare un sito WordPress sui motori di ricerca.

Se stai leggendo questo articolo è perché ci sei finito sopra facendo una ricerca Google, magari usando le parole chiavi “tecniche per fare SEO WordPress” oppure “tecniche SEO su WordPress” in effetti per indicizzare questo articolo abbiamo utilizzato queste due long tail SEO e avendo lavorato bene sulla struttura del testo e sui contenuti ci siamo posizionati tra le prime posizioni della prima pagina di Google.

Essere sulla prima pagina di Google magari alla settima o alla decima posizione non è il massimo del posizionamento, perchè è facile che il nostro articolo venga spinto giù da un Rich snippet, dalle immagini, dai video oppure peggio dagli annunci a pagamento di google ADs. Per questo bisogna puntare ad essere tra le prime tre posizioni dei risultati di ricerca. Infatti, essere anche tra le prime 5 posizioni della prima pagina di Google, significa che la nostra pagina e ben strutturata, ha dei contenuti utili e ben scritti, ha un testo leggibile ed è ottimizzata SEO per questo è interessante per Google che per gli utenti.

il SEO per monetizzare un blog

Essere presenti nei primi 3 risultati di ricerca significa poter monetizzare il blog o sito web e comunque essere trovati facilmente.

infatti essere tra le prime tre posizioni di ricerca significa essere visibili e quindi avere la possibilità reale di ricevere traffico. La prima posizione di ricerca ovviamente è la migliore rispetto alla seconda e La terza. Diciamo che il 90% di chi ha cercato una keywords clicca sul primo risultato, il 70% visita anche la seconda posizione e solo il 40% clicca sul terzo link che il motore ci propone come risultato dopo l’immissione della parola chiave che ha inserito sul motore di ricerca. Dalla quarta posizione poi la percentuale di click scende drasticamente infatti abbiamo un valore che varia dal 30 al 5% fa quasi meglio le prime due posizioni della seconda pagina di Google. Quindi ricordiamoci che se vogliamo monetizzare il blog bisogna essere presenti sulle prime tre risultati di ricerca, se no bisogna sfruttare altre tecniche di web marketing per essere trovati.


Compila il form e Scarica la guida “Come Fare SEO nel 2020” gratis!


Devo chiedervi Scusa mi sono lasciato andare Ho fatto una premessa troppo lunga per questo sarò più sintetico cercando di arrivare subito al sodo del nostro obiettivo quello di posizionare il sito web attraverso l’applicazione di 3 diverse tecniche SEO per creare un blog WordPress perfetto, attraverso una corretta tecnica di ottimizzazione SEO buona per ogni tipo di post.

3 tecniche per fare SEO su WordPress

Se non si vuole impazzire si può installare un plugin che ci faciliterà la gestione del SEO sul nostro sito WordPress. Io ne ho provato tanti nel corso degli anni l’ultimo è stato Wp SEO ma poi ho scelto di usarne solo uno e farlo bene specializzandomi, studiando molto e superando degli esami nella SEO yoast Academy. In cambio ho ricevuto la garanzia di un plugin compatibile, stabile, un’assistenza sempre pronta ed essendo tra i più popolari molti forum e persone sono capaci di usarlo e risolvere eventuali problemi che si possono incontrare durante la gestione del nostro sito web o blog. SEO yoast questo plugin è, dunque, molto solido, funziona bene e ha molti addon che riescono ad ampliare la sua potenza, anche se la versione gratuita va benissimo vi consiglio anche la lettura della mini guida come settare SEO yoast su WordPress disponibile in pdf gratis.

Istallare e ottimizzare SEO Yoast al meglio.

Una volta che Abbiamo effettuato i settagi su Seo yoast sarà semplicissimo utilizzarlo Infatti quando andiamo a creare una nuova pagina del nostro sito in WordPress oppure Creiamo un nuovo articolo un posto sul blog ci verrà chiesto di aggiungere come avete potuto vedere dalle PDF stop l’allegato il titolo la descrizione le parole chiavi se volete approfondire l’argomento vi posso consigliare la lettura di questi due articoli Come modificare il titolo WordPressCome creare una meta description perfetta su WordPress.

Descrizione della pagina, meta dati.

Questa era solo il primo passo il secondo passo Infatti non si tratta del settaggi titolo descrizione pagina e Key World però tocchiamo l’argomento dei contenuti sappiamo che il contenuto di un post è importantissimo per il suo posizionamento Ma questo non basta bisogna che venga scritto seguendo una struttura ben definita una premessa una descrizione quindi il contenuto vero e proprio è una conclusione anche qui Vi consiglio la lettura come strutturare un post su WordPress adesso vediamo la seconda tecnica che dobbiamo attuare per aiutare il nostro sito a posizionarsi meglio nei primi risultati di ricerca.

Nota: ricordiamoci della indicizzazione sito WordPress usando gli strumenti di Google Search Console!

Link building ed il passaparola digitale.

Nel paragrafo precedente abbiamo affrontato la tematica del SEO On-page; Adesso vi volevo un attimo parlare di una tecnica di posizionamento che esiste da sempre ed è davvero utile so tratta del link building sicuramente ne hai già sentito parlare anche tu ma voglio approfondire il discorso partendo dalla struttura dei link del nostro sito che deve avere una struttura link chiara, non ripetitiva e non deve presentare errori 404. Avere sul sito una buona navigabilità tra gli articoli e le pagine o poter muoversi tra i prodotti di un’ecommerce in maniera semplice e fluida, aiuta il SEO.

Infatti quando si parla di un sito e-commerce i link puntano solitamente tutti verso la homepage o le pagine più importanti come in un blog e per questo questa pagina sarà considerata la più importante dai motori di ricerca come dai nostri utenti e per questo molti degli sforzi li concentreremo sulla home del nostro sito. Questa è la link building strutturale interna al sito; ma esiste anche una link building esterna che rappresentano le autostrade del web. I link che da siti importanti puntano verso le pagine del nostro sito sono proprio degli lettere di referenza per Google che guarda il nostro blog con interesse domandandosi, perché è tanto consigliato da altri siti più importanti del nostro o almeno quanto il nostro.

Comunque, non sottovalutiamo i Links di bassa qualità perchè potrebbero essere utili non tanto al posizionamento ma a far aumentare il numero dei visitatori al blog.

Passaparola digitale, una tecnica SEO vecchia come il mondo.

Un’altra strategia è quella più vecchia di sempre, quella che si faceva partendo dalla panchina della pizza o di fronte al bar, il passaparola. Il passaparola digitale oggi è importante come allora. Quanti più visitatori riescono a raggiungere sui nostri contenuti, tanta più sarà la possibilità che si parli di noi. Molti visitatori sul nostro sito significa avere la possibilità di essere condivisi e condividendo i nostri post si crea un link building aumentando l’hangout mentre i link aumentano, sui social media si continua a commentare, a parlare di noi, qualcuno posterà i nostri contenuti sul suo blog e aggiungerà un link verso il nostro sito cosi da migliorare ulteriormente il link building. Il passaparola digitale è fatto anche di critiche e note positive, come quelle prese dalle recensioni. Ogni link, recensione, commento che si lascerà sul web sarà come un suggerimento per google che il sito linkato è interessante e per questo google ci porterà in una posizione migliore nei risultati di ricerca.

Come Indicizzare un blog WordPress

La tecnica per indicizzare un Blog WordPress non è del tutto uguale a quella usata per l’indicizzazione di un sito nei motori di ricerca, ma di base è molto simile. In questo breve approfondimento SEO offpage ti dirò come fare. Per indicizzare un blog la prima parte è come indicizzare un sito web; e cioè bisogna registrare il nostro sito ai motori di ricerca, cosi da velocizzare l’indicizzazione. Vediamo ora in pratica come indicizzare un blog WordPress:

Puoi indicizzare un blog WordPress gratis e da solo oppure affidarti ad esperti SEO che ti chiederanno un compenso forfettario. Visto la semplicità ti consiglio di farlo da solo se non hai troppe esigenze e non sei un’azienda che con il blog ci guadagna.

  • come prima cosa, assicurati che il tuo blog abbia un menu ordinato e tutte le pagine del sito siano raggiungibili.
  • Come seconda cosa copia la url del tuo blog o sito web e incollala sullo strumento gratuito per l’indicizzazione di Google dove c’è scritto url, nei commenti puoi aggiungere la voce “nuovo sito web” o quello che vuoi ma è facoltativo e clicca su Aggiungi url e avrai inviato la tua segnalazione a Google. Controlla che la tua descrizione della pagina ed il tuo titolo siano corretti.
  • Per i nerds esiste uno strumento per il controllo e l’indicizzazione ancora più completo: Google Serch Console e qui viene il bello. In questo caso, crea prima una Sitemap.xml.
  • Per indicizzare un blog su Bing bisogna usare i webmaster tool, lo strumento dedicato per la segnalazione di siti e blog su Bing; richiede la registrazione come per google web master tool.

 

Nel 2020 qualcosa è cambiato, adesso ha preso piede la ricerca vocale grazie a Google Berth e accessori come Alexa e Echo se sei già pronto a questo tipo di SEO è un bene, se vuoi puoi scoprirlo leggendo l’articolo come Fare SEO nel 2020 trovi tanti consigli utili e novità.

Ai motori di ricerca piacciono i siti web dinamici ed i blog che coinvolgono gli utenti e li tengono impegnati nella lettura e l’interazione; Per questo, i motori di ricerca tendono a posizionare meglio i siti coinvolti dal passaparola digitale.


Non fare tutto da solo, lasciati aiutare

Scrittura professionale di un articolo ottimizzato SEO.
I
nizia a fare content marketing per il tuo blog nella maniera giusta con il supporto di un copywriter professionista.

Richiedi il tuo articolo

se vuoi imparare di più leggi questo articolo Come scrivere per il web. Per qualsiasi consiglio contattami


Il SEO inizia dall’hosting, se il tuo wordpress è lento sarà comunque penalizzato nel posizionamento. Se sei convinto che il tuo hosting è buono, fai uno Google Insight pagespeed e scoprirai quanto è lento, un sito sopra i 5 secondi è davvero troppo. Ti consiglio di acquistare il miglior hosting per wordpress con uno sconto del 60% cliccando sul bottone verde qui in basso. Cosa vuoi fare? dagli un occhiata!

hosting WordPress


Se ti è piaciuto questo articolo fammelo sapere lasciando un commento qui sotto e se vuoi aiutarmi condividilo sui suoi social.
“Un sito è inutile se non puoi trovarlo facilmente” Francesco Monaco

Please follow and like us:
Tweet 11
fb-share-icon20

Un pensiero riguardo “3 tecniche SEO su WordPress per indicizzare un sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)